Vita in casa

Casa_Tome_pizzoccheri

Casa Tomé non si propone ai visitatori come un museo etnografico, bensì come una casa che vive, dove non si deve solo guardare, ma si può toccare, provare, assaggiare.

È arredata esattamente come un tempo, con gli oggetti di uso quotidiano pronti là dove sono sempre stati, quasi i suoi occupanti dovessero tornare da un momento all’altro e riprendere le loro attività abituali.

Oggi Casa Tomé non è più abitata, ma vi si possono svolgere attività antiche, quali cuocere il pane nel forno, lavorare la lana, fare il bucato a mano, preparare il burro o il formaggio.

Grazie al progetto «Dal campo alla tavola» – un percorso che segue le tradizioni alimentari poschiavine sulle tracce del grano saraceno, partendo dal Mulino Aino e giungendo in Casa Tomé – la cucina è ancora utilizzata per preparare e servire agli ospiti le pietanze locali.

Casa Tomé è dunque un luogo unico per la trasmissione di uno stralcio di storia autentica.

mulino_segheria

La segheria

La segheria a lama semplice è l’edificio più appariscente del complesso artigianale. Il legname rappresenta la materia prima più abbondante della valle, infatti sul territorio ...