Storia e missione

libristoria

L’Ente Museo Poschiavino è stato fondato il 2 aprile 1950 dalla sezione di Poschiavo della Pro Grigioni Italiano con l’intento di sensibilizzare la popolazione della valle sul suo patrimonio culturale, di raccogliere i documenti e gli oggetti di valore storico, artistico e culturale per poterli tramandare alle generazioni future e di trovare una sede ideale per un museo, individuata fin da subito nel Palazzo de Bassus-Mengotti di Poschiavo.

Le difficili trattative per l’acquisto dell’edificio da svariati proprietari e la necessaria ristrutturazione si sono protratte fino al 1982. Nel frattempo la raccolta sempre più vasta di materiale inerente alla vita, al lavoro e all’emigrazione della popolazione poschiavina ha trovato una sede provvisoria dapprima in tre locali al pianterreno della Casa Torre del Borgo (1953) e poi in casa Olgiati, in Plazola (1976).

Nel 1971 l’Ente Museo si è trasformato da società semplice in Fondazione, che sottostà alla vigilanza del Governo cantonale. La nuova e definitiva sede del museo nel Palazzo de Bassus-Mengotti, tornato al suo antico splendore, è stata ufficialmente aperta nel maggio del 1985 e offre ai visitatori uno specchio fedele e curioso dei tempi passati, una vasta e concreta testimonianza di secoli di storia, personaggi e vicende di casa nostra.

Ein besonderer Sommer
2020 ist auch für die Museen in der Valposchiavo ein besonderes Jahr. Die Krise rund um den Corona-Virus kann Programmanpassungen, abweichende Öffnungszeiten oder besondere Verhaltensregeln nötig machen. Allfällige Abweichungen gegenüber dem geplanten Programm werden wir auf unseren Webseiten veröffentlichen. Und selbstverständlich halten wir uns an alle behördlichen Auflagen um Ihnen einen sicheren Besuch zu ermöglichen.


Un’estate speciale
Il 2020 sarà un anno un po’ speciale anche per i musei della Valposchiavo. La crisi scatenata dal coronavirus può influire sui programmi, sugli orari di apertura o sui comportamenti da adottare. Qualora vi fossero modifiche rispetto a quanto pubblicato su questa brochure, pubblicheremo gli aggiornamenti online, sulla nostra pagina web. E naturalmente ci atterremo a tutte le disposizioni per garantire a tutti una visita sicura.