Nuova stagione espositiva per il Museo Poschiavino

0
Sfondo_museo_poschiavino1

Riapre venerdì 15 maggio la stagione espositiva 2015 per il Museo Poschiavino: l’evento faro sarà la nuova mostra permanente dedicata alla civiltà contadina locale.

Quest’anno il Museo Poschiavino si ripresenta al pubblico con un’apertura anticipata rispetto agli anni scorsi. Questo nell’intento di offrire ai visitatori «primaverili» la possibilità di usufruire della «Guest Card», la tessera che offre libero accesso ai musei, alle strutture sportive e ricreative e ai trasporti pubblici valligiani.

La nuova mostra
L’evento principale di questa stagione sarà il rinnovato allestimento permanente dedicato al territorio e all’agricoltura tradizionale. La cerimonia d’inaugurazione è prevista per il 14 giugno 2015. L’aggiornamento dell’esposizione sull’agricoltura si inserisce in un programma più ampio che vede il coinvolgimento di vari enti culturali presenti sul territorio. Il mese di maggio, infatti, con il titolo «Nutrire il pianeta», si è aperta a Milano l’esposizione mondiale dedicata all’alimentazione. L’appuntamento è un’opportunità, non solo perché il tema è di strettissima attualità a livello globale, ma anche locale: terra, alimentazione e paesaggio sono elementi caratterizzanti della Valposchiavo che meritano una valorizzazione a lungo termine.

I nuovi orari

Novità di quest’anno saranno anche gli orari di apertura, con i quali si intende valorizzare maggiormente il lavoro delle guide e andare incontro ai desideri dei visitatori. Da metà maggio a metà giugno Museo e Casa Tomé saranno aperti il venerdì dalle 14 alle 17, mentre la domenica ci sarà una visita guidata. Da metà giugno a metà ottobre il programma prevede l’apertura delle sedi museali il mercoledì, venerdì e domenica dalle 14 alle 17, mentre il giovedì e sabato ci sarà una visita guidata alle 15:00, con ritrovo davanti al Palazzo de Bassus-Mengotti.

Le altre offerte
Anche nel 2015 verrà riproposta la mostra Dai Bassi ai de Bassus, incentrata sul personaggio di Tommaso Francesco Maria (1742-1815), di cui quest’anno ricorre il duecentesimo della morte. Come nessun altro esponente del suo casato, Tommaso è stato protagonista della vita sociale e politica del suo tempo nei Grigioni e in Baviera. La mostra del Museo poschiavino fa rivivere l’epopea della dinastia. L’esposizione sarà arricchita da una piccola aggiunta, che porterà il visitatore a ricordare il Congresso di Vienna, di cui ricorrono anche i 200 anni.

Parallelamente il Museo continua a lavorare per migliorare la sua offerta: tornano così i percorsi didattici «Dal campo alla tavola» e tutta una serie di offerte per le scuole e i gruppi indigeni o che visitano la valle.

Museo poschiavino

Nessun commento

scuole2

Visite per la scuola

Le visite delle classi scolastiche al Museo poschiavino sono molto gradite. Le nostre guide condurranno gli scolari attraverso i vari locali espositivi, li aiuteranno a scoprire ...