Bacco, tabacco e contrabbando nel palazzo storico di Brusio

0
retro_notte_casa_besta

Il centro culturale di Brusio si trova nella parte meridionale del villaggio, a pochi passi dal rinomato Viadotto. Nella Casa Besta, edificio signorile appartenuto a influenti famiglie protestanti valtellinesi e per alcuni decenni del Novecento sede del municipio, sono ospitati il museo etnografico, gli archivi storici e comunali, la biblioteca, e appuntamenti culturali di vario genere.

Quella che originariamente era una casa contadina, fu trasformata nel Settecento in dimora della famiglia Marlianico. Passò poi ai Besta, ai Trippi e a fine Ottocento nelle mani del Comune di Brusio, tutt’ora proprietario dell’edificio. Di questi prestigiosi tempi testimoniano raffinati intagli, stucchi e decorazioni dipinte sui soffitti degli interni.

Il museo etnografico racconta la storia del paese, che profuma di tabacco e caffè e che è bagnata dal vino. Ospita infatti delle sezioni dedicate al contrabbando, alla coltivazione del tabacco e alla produzione del vino di Valtellina. Offre inoltre un comparto che presenta le professioni artigianali di un tempo e una sala con strumenti musicali antichi.

Nelle immediate vicinanze di Casa Besta si può ammirare un gruppo di crot; piccoli edifici di origine incerta, che servirono per secoli alla conservazione degli alimenti.

Nessun commento

Header_SMP

Concorso «Creazione del timbro»

Nel 2016 la Fondazione Passaporto Musei Svizzeri festeggia 20 anni. Per questa occasione sono in programma diverse iniziative che coinvolgeranno oltre 220 musei nel paese. ...